giovedì 21 dicembre 2017

Ticket to Ride Primo Viaggio di Alan R. Moon - Asmodee

ticket to ride asmodee

Ticket to Ride Primo Viaggio,  distribuito da Asmodee, è un gioco che ha come obiettivo quello di pianificare e costruire una linea ferroviaria passando per delle città che vengono assegnate segretamente ad inizio del gioco attraverso le carte i “Biglietti”.

Il primo giocatore a completare 6 "Biglietti” vince la partita conquistando il Biglietto d’oro.
Si tratta quindi di una competizione fra 2 o più giocatori con lo scopo di completare i Biglietti (ovvero dei percorsi da una città ad un'altra) attraverso la costruzione delle linee ferroviarie sul tabellone.
Ogni giocatore inizia la partita con 2 Biglietti (che non deve mostrare). A turno pesca 2 carte Treno oppure gioca le sue carte Treno e prende il controllo, mettendo i suoi vagoni di plastica, sulla linea che gli serve per conquistare la sua tratta segreta “Biglietto”. A quel punto deve scartare le sue carte Treno verso l’alto ovvero se vuole prendere il possesso di una linea blu di 2 caselle deve utilizzare 2 carte Treno blu… e così via. Ogni giocatore al suo turno continua pescando le carte Treno e cerca di costruire la sua tratta che lo porterà a completare il suo Biglietto.


Il gioco non è affatto banale ci vuole astuzia e velocità nell’accaparrarsi la tratta giusta per arrivare per primi al completamento del proprio Biglietto! Davvero un bel gioco!
Ticket to Ride Primo Viaggio è un gioco per 2-4 giocatori dai 6 anni in su; una partita ha una durata approssimativa di 30 minuti circa. Nella scatola ci sono 1 Mappa dell’Europa, 80 Vagoni di plastica colorati (20 per giocatore), 72 Carte Treno, 32 Biglietti, 4 Carte Bonus “Da Est a Ovest” e 1 Biglietto d’Oro.
Ticket to Ride Primo Viaggio è una versione introduttiva e semplificata della gamma di giochi da tavola di Ticket to Ride. Il gioco si sviluppa in Europa. Questa versione prevede linee brevi e le divertenti illustrazioni abbinate a ogni città che rendono così possibile anche ai più piccoli di identificare con facilità le città per costruire i loro percorsi.
Le regole sono sicuramente più semplici del gioco originale e gli obiettivi più facili da raggiungere ma anche in questa versione “family”, il gioco rimane fedele al tema originale che ha fatto di Ticket to Ride un grande successo.
Lo potete trovare qui:
#Famiglia Tuttofare


mercoledì 20 dicembre 2017

10 libri per bambini da regalare a Natale o alla Befana

Nel consigliarvi un pensierino per Natale o per la Befana per i bimbi non potevamo non fare una lista di albi illustrati e libri, un regalo a nostro avviso sempre perfetto ed arricchente.
Un dono che permette la relazione e la vicinanza con l'adulto, che aiuta il bimbo a capire e rivivere le sue emozioni  e a stimolare il pensiero narrativo tramite le pagine.
Cliccando sul libro potete leggere la recensione completa.


Il libro racconta di un bimbo rimasto orfano che intraprende un lungo viaggio in treno per raggiungere il suo nonno, con il suo cane e una valigia. Un viaggio fra sogni, mancanze, nostalgia, tristezza, paura, ma anche speranza e dolci ricordi, alla ricerca di quell'ultimo viaggio di saluto, di quel bacio di addio che permetterà di iniziare un nuovo percorso, una nuova vita. Dai 7 anni.



Un libro originale, creato da Libby Walden ed illustrato da 10 illustratori che esplorano 10 famose città del Mondo.Un giro del mondo attraverso le più affascinanti città del Pianeta, un viaggio che permette di scoprire le caratteristiche che rendono unica e speciale una città, tante curiosità che specificano la cultura e l'identità di quel luogo. Dai 7 anni.




Un albo illustrato dalle chiare e vivaci illustrazioni che mixa perfettamente parole con immagini. Un libro che parla in modo divertente e coinvolgente di diversità, diversità che si fonde con unicità e dove ogni unicità è sempre ricca di potenzialità, perfetta e speciale. Dai 4 anni in su.




Un Semplice libro ma che ha un grande effetto sui bambini, la stregaccia Cornabicorna torna infatti a farli divertire con le sue disavventure. Dai 3 anni in su.




  • Spino edito da Camelozampa, scritto ed illustrato dalla bravissima Ilaria Guarducci.
Un albo illustrato che colpisce i bimbi per i suoi disegni colorati, per le immagini di questo curioso personaggio con dentoni appuntiti e ricoperto di aculei, che all'inizio è un vero cattivone e poi diventa buono e gentile!

Un libro che tratta argomenti molto importanti come la gentilezza appunto, l'amicizia, ma anche di ciò che noi vogliamo essere, ai nostri occhi e a quelli degli altri. Dai 3 anni in su.



La storia narrata è quella di un postino speciale, non un semplice postino che recapita buste o pacchetti, ma un postino che recapita messaggi, frammenti di vita, arrivati dal mare! Un libro di una dolcezza malinconica, dove i dettagli sono curati e sempre azzeccati, capace di far parlare le pagine anche senza le parole, grazie alle espressive illustrazioni. I visi, i gesti e i pensieri dei nostri personaggi parlano infatti in ogni pagina.
Un libro che parla di attesa, di speranza e felicità non aspettata che riesce a sorprenderci, a riempire il cuore ed a diventare "un vaso colmo fino all'orlo". Dai 5 anni in su




Il libro è un cartonato che racconta di 5 famosi tesori grazie ai testi e alle chiare illustrazioni con l'aggiunta però di una divertente torcia magica che, muovendola tra le parti oscurate del libro, illumina alcune parti e fa emergere degli oggetti nascosti.
Un viaggio alla ricerca di 5 tesori nascosti tra i più strabilianti mai ritrovati, quello della nave Mary Rose in Inghilterra, di Pompei in Italia, del Faraone Tutankhamon in Egitto, dell'esercito di Terracotta in Cina e del palazzo di Knosso in Grecia.



E' la storia di mamma pinguino e del suo piccolino. Mamma pinguino una mattina si arrabbia così tanto ed urla così forte che figlio pinguino così spaventato si rompe in mille pezzi... ogni pezzo del suo corpo vola in giro per il mondo, in mare, sulle stelle, nella giungla... piccolo pinguino vuole ricomporsi ma non riesce... finché la sua mamma trova tutte le parti del suo corpo e lo ricuce tutto.... ma soprattutto gli chiede scusaCerchiamo sempre di fare il meglio per i nostri bambini, di avere un comportamento equilibrato, ricco di spiegazioni e pazienza.. ma siamo umane pure noi, assolutamente non perfette, e può capitare di arrabbiarsi tanto e di incappare nel fatidico "urlo di mamma". Dai 3 anni.


Un libro che è l'insieme di brevi racconti che narrano le giornate e le avventure di tre amici, dove la protagonista è Madelief, una bimba schietta, vivace e simpatica. Brevi racconti che possono anche essere letti non seguendo la successione delle pagine. Un linguaggio semplice, ma sfrontato, assolutamente vero e genuino, in cui i bambini si identificano facilmente. Dai 7 anni



Un bellissimo libro per far riflettere sul concetto di Famiglia, senza dare giudizi e senza etichettare famiglie di serie a e b, dove si dà la possibilità ai bimbi, con estrema semplicità, di capire che la propria famiglia non è l'unica possibile. Possono esserci famiglie adottive, allargate, multietniche, senza figli: un grande esempio di realismo dei nostri tempi!


libri bambini natale 2017



                                         Donate un libro!
                                      @famigliatuttofare

Maze Breaker distribuito da Rocco Giocattoli


rocco giocattoli make breaker natale 2017
Rocco Giocattoli è un’azienda italiana di giocattoli fondata nel 1962. Tra la sua gamma di giochi davvero vasta noi abbiamo giocato con Maze Breaker.
Maze Breaker è un robot interattivo, disponibile in due colori, che consigliamo dai 3/4 anni in su. Il materiale,  con cui è costruito, è davvero buono e resistente quindi consigliabile anche alle manine meno attente.
I bambini si sono divertiti moltissimo ad interagire con il robot e poi anche i nostri cagnolini di casa seguivano con curiosità il robot che balla, parla e con gli occhi che cambiano colore, insomma tutti ridevamo a vedere questa strana combriccola che si muoveva nel salotto di casa.
Maze Breaker reagisce a seconda degli stimoli che riceve. E’ un gioco che aiuta a stimolare i bambini con la scoperta basica della robotica, della programmazione. Se programmato riesce a rimanere in un cerchio o a fare un piccolo tragitto. 
E’ dotato inoltre della funzione per la registrazione vocale (quindi è possibile registrare la nostra voce o quella del nostro bambino) e poi farla riprodurre con suono robotico. Tra le sue funzioni è anche in grado di seguire un percorso tracciato ed interagire con un suo simile.
E’ un buon prodotto, ad un prezzo accessibile, ve lo consigliamo.


Questo gioco, insieme a molti altri, lo potete trovare qui di seguito, nel sito di:
ROCCO GIOCATTOLI

#Famiglia tuttofare

lunedì 18 dicembre 2017

Idee di lettura per bimbi dai 7 anni in su

I bimbi che hanno appena iniziato a leggere autonomamente sono spesso nuovi lettori inesperti, ma già grandi conoscitori di libri, non è per tanto semplice trovare per loro dei testi semplici, ma non banali, per aiutarli a leggere da soli, soprattutto senza appesantirli e senza far sembrare quel momento piacevole un dovere.

libri bambini camelozampa feltrinelli verbavolant

Noi all'inizio ad esempio abbiamo optato per rileggere gli albi illustrati conosciuti e letti insieme, lasciando così una base di sicurezza, e preferendo quelli scritti prima in stampato maiuscolo con poche frasi per pagina per poi passare a quelli in corsivo.
Con l'accrescere della capacità di lettura abbiamo iniziato a scegliere insieme i libri in biblioteca, privilegiando libri suddivisi in piccoli capitoli con storie coinvolgenti e attinenti ai gusti del piccolo lettore.
Seppur Lorenzo sia ormai un piccolo lettore indipendente, ho deciso di lasciare il rituale della lettura serale insieme, modificandolo, alternando fra noi infatti la lettura dei capitoli e delle pagine, ma non privandoci, solo perché Lorenzo è grande ed autonomo, del momento delle letture/coccole della buonanotte.

Ultimamente il nostro bagaglio di letture si sta arricchendo sempre di più e, in vista del Natale, abbiamo pensato di consigliarvi alcuni libri molto carini, testati da Lorenzo, adatti per una lettura autonoma per bimbi dai 7/8 anni in su:

  • Madelief di Guus Kuijer, edito da CAMELOZAMPA, illustrazioni di Marta Baroni pag.192 
Un libro che è l'insieme di brevi racconti che narrano le giornate e le avventure di tre amici, dove la protagonista è Madelief, una bimba schietta, vivace e simpatica. Brevi racconti che possono anche essere letti non seguendo la successione delle pagine. Un linguaggio semplice, ma sfrontato, assolutamente vero e genuino, in cui i bambini si identificano facilmente. Leggendo il libro sembra proprio di essere proiettati in una stanza ad ascoltare i dialoghi dei nostri tre giovani protagonisti.
Brevi capitoli, scritti con caratteri grandi, perfetti per non scoraggiare e mantenere l'attenzione nel giovane lettore autonomo e adatti anche ai bimbi dislessici, tre simpatici protagonisti che con le loro quotidiane avventure divertiranno i piccoli lettori. Età di lettura dai 7 anni.
Lo potete trovare qui: MADELIEF



  • Archimede. Una vita geniale di Giuseppina Norcia, illustrato da Giulia Cregut, edito VERBAVOLANT EDIZIONI pag. 112
Archimede fa parte della nuova collana SegnaStoria di Verbavolant, una collana di romanzi con illustrazioni a colori, il cui tema centrale è la storia, le scoperte, le avventure, le invenzioni, la voglia di scoprire il Mondo. Una collana veramente originale, istruttiva, ma assolutamente a misura di bambino, la suddivisione in piccoli capitoli permette anche ai bimbi dai 7 anni in su, magari con un'alternanza fra adulto e bambino della lettura delle pagine,  di essere apprezzato.
Archimede, racconta la storia di Giacomo, un bimbo curioso e grande amante della storia, ma con una grande fobia per la geometria, che un giorno farà un importante incontro con un famoso concittadino siracusano, chi sarà mai?! Un libro curato nei dettagli, dall'attenzione al colore e alle illustrazioni, agli utili approfondimenti a fine libro, fino all'utilissimo segnalibro da staccare ed utilizzare sulla copertina. Età di lettura dai 7 anni in su.
Lo potete trovare qui: Archimede. Una vita geniale

  • Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare di Luis Sepulveda, illustrato da Simona Mulazzani, edito Ugo Guanda Editore pag.131
Un classico, a mio avviso imperdibile, che tocca temi importanti, di grosso impatto emotivo, come la capacità di convivere ed aiutare anche chi è diverso da noi, l'amore per la natura, per il Pianeta, con frasi toccanti  e vere, la mia preferita "Può volare solo chi osa farlo".
Il libro è scorrevole, con un linguaggio semplice e brevi dialoghi, sempre suddiviso in capitoli di circa 5 pagine ognuno, adattissimo pertanto già a bimbi di 7 anni.
Lo potete trovare qui: Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

  • Il gufo che aveva paura del buio di Jill Tomlinson, illustrato da Anna Laura Cantone, edito da Feltrinelli pag. 94
Tombolo è un gufetto che contrariamente alla sua natura ha paura del buio e perciò non fa quello che tutti i gufetti fanno di notte, cacciare con il suo papà. La mamma però cerca di aiutare Tombolo a superare i suoi timori e a capire che il buio in fondo è tante cose, tutte belle!
Un libro che è un perfetto mix fra divertimento ed insegnamento, adattissimo per piccoli nuovi lettori, suddiviso sempre in brevi capitoli, con illustrazioni e un, linguaggio semplice. Età dai 7 anni in su.
Lo potete trovare qui: Il gufo che aveva paura del buio

Buona lettura
Francesca&Lorenzo 




Giochi per bambini: 10 idee da regalare a Natale

Come lo scorso anno vi consigliamo i 10 giochi  che ci sembrano più originali, creativi e divertenti da regalare ai bimbi per Natale (cliccando sul nome del gioco potrete leggere la recensione completa):


un party game che è una vera e propria caccia al tesoro all'interno di casa, un gioco da tavola che non si svolge seduti ad una sedia, ma prevede delle corse all'interno delle mure domestiche per riuscire a trovare il maggior numero di oggetti che soddisfano le richieste delle carte che avete pescato. Età dai 5 anni in su con l'aiuto di un adulto.

soqquadro cranio creations

Un gioco creativo che aiuta a sviluppare la manualità dei piccoli divertendosi. I bambini, in questo gioco, sono impegnati prima a colorare le carte del memory liberamente (non ci sono regole) con i colori di sabbia che si vuole e successivamente le carte si possono utilizzare per giocare a memory. Età dai 3 anni in su.



Un gioco da tavola coinvolgente e dinamico che richiede prontezza, intuito, memoria, concentrazione e un buon vocabolario. Età dai 7 anni in su.


Un gioco creativo composto da una serie di cubi colorati che grazie alle magiche forze del magnetismo libera e sviluppa la fantasia dei bambini. Dai 3 anni in su.


Un gioco divertente che mette alla prova il cervello, stimolando memoria, riflessi ed attenzione distribuito da Asmodee. Un party game veramente avvincente che mette in mostra le abilità  e l'ingegno di ogni concorrente, il quale deve affrontare gli altri giocatori in 8 prove rompicapo. Dai 6 anni in su.



  • SCARABEO, distribuito da Editrice Giochi.
Un gioco da tavola in cui i giocatori devono costruire parole di senso compiuto o sigle con le 8 lettere che si hanno ad ogni turno a disposizione. Sfruttando bene le caselle speciali nella plancia per ottenere più punti e incrociando ogni nuova parola con quelle già presenti sul tabellone di gioco. Per vincere serve perciò avere una buona conoscenza del nostro vocabolario, ma anche velocità e astuzia, un gioco che cambia ogni volta e che non annoia mai. Età dai 7 anni in su.


  • BABAGIOCO "Come fa l'uccellino?" di Babalibri.

Un gioco davvero molto carino da fare con i bimbi. Un regalo adatto per giocare in famiglia: dove divertirsi, ragionare e stare tutti insieme sono le parole d'ordine!
Questo gioco è adattabile a tutte le età, può essere un semplice domino, con figure comprensibili e chiare oppure un gioco di suoni: divertendosi ad emettere i suoni degli animali o degli oggetti rappresentati o ancora si può  mimare le azioni che riguardano le immagini sulla tessera. Età consigliata dai 2 a 6 anni.



  • QUIZZERS , distribuito da Globo giocattoli.

Un vero family Game dove i bimbi giocheranno finalmente ad armi con pari con gli adulti grazie a domande adatte all'età di tutti i partecipanti! Età dai 6 anni in su.




Una valigetta che contiene un bellissimo e ricco puzzle dell'Italia e un piccolo libro, dove potrete trovare alcuni giochi da fare con i bambini, con alcuni aneddoti e ricette da ripetere con i propri figli. Età dai 3 anni in su.



Un simpatico gioco da tavola veloce, intuitivo, lo scopo è piazzare le carte nella linea temporale e verificare che siano nella giusta posizione, vince chi riesce a posizionarle tutte per primo. Età dagli 8 in su.

timeline asmodee regali natale


@famigliatuttofare







domenica 17 dicembre 2017

Cortex Challenge: un gioco che stimola le attività cerebrali di Asmodee

Un gioco divertente che mette alla prova il nostro cervello, stimolando memoria, riflessi ed attenzione, è Cortex Challenge distribuito da Asmodee.  

Un party game veramente avvincente che mette in mostra le abilità  e l'ingegno di ogni concorrente, il quale deve affrontare gli altri giocatori in 8 prove rompicapo. 

Esiste la versione Cortex Challenge adatto dagli 8 anni in su o Cortex Kids perfetta dai 6 anni, il procedimento in entrambe le versione è simile, solo le prove hanno una difficoltà maggiore nella versione per i più grandicelli.




Scopo e svolgimento:
Completare per primo il proprio puzzle cervello, per avere un pezzo di puzzle cervello il giocatore deve essere riuscito a vincere le prove e ad ottenere due carte dello stesso tipo.

8 le prove possibili:
Memoria
Labirinto
Colore
Coordinazione
Duplicato
Frequenza
Ragionamento
Sfida tattile

Tutte le prove sono intuitive e abbastanza semplici, è la velocità e la prontezza di risposta ad avere il peso maggiore nella vincita.

Fine partita:
Il primo giocatore che completa il proprio puzzle cervello vince la partita. 

Il gioco Cortex Challenge contiene:
90 carte
6 puzzle cervello
Istruzioni
Carte tattili 

A noi piace tantissimo, abbiamo infatti entrambe le versioni, lo troviamo un perfetto gioco da fare in famiglia, per una serata all'insegna di divertimento, logica e competizione, e grazie alle sue ridotte dimensioni è anche adatto ad essere portato sempre in borsa, in viaggio, al mare. E' un gioco molto stimolante per i bambini, ma anche per noi adulti, che incentiva logica, senso di osservazione e prontezza.
Ogni partita dura circa 15 minuti, la velocità di ogni round lo rende pertanto anche perfetto per essere utilizzato per occupare "tempi morti" insieme ai bimbi, tipo una coda in posta, al ristorante o dal pediatra.
Noi ve lo consigliamo assolutamente come regalo di Natale, compleanno...un regalo sicuramente originale ed apprezzato!


Lo potete visionare qui:
Cortex Challenge Kids
Cortex Challenge


@famigliatuttofare

venerdì 15 dicembre 2017

La casa invernale dell'Orso edito Camelozampa di Yeoman e Blake


Un fresco giorno di estate, l’orso si comporta in modo curioso. Raccoglie rami e piccoli tronchi, stacca da terra del muschio morbido. Inizia a costruirsi una casa invernale.
I suoi amici, la gallina, lo scoiattolo, il riccio e il maiale, sono incuriositi e vogliono saperne di più. L’orso mostra loro il progetto per costruirsi una casa invernale per il letargo invernale; spiega che ogni inverno si sveglia pieno di brividi per colpa del freddo. L’orso chiede ai suoi amici di aiutarlo promettendo di condividere la calda casa con loro, ma gli altri animali lo prendono in giro e gli dicono che è stupido (i miei bimbi sanno che non si dici questa parola quindi quando la leggiamo nel libro mi dicono “non è stupido l’orso è furbo”).
Quando arriva l’inverno e la gallina, lo scoiattolo, il riccio e il maiale hanno freddo e non riescono a riposare, indovinate che succede? L’orso dorme beatamente al calduccio!
I suoi amici animali non ce la fanno più e decidono di dirigersi verso la casa dell’Orso.
L’orso, che è molto gentile,  li fa entrare al caldo e condivide il morbido muschio su cui dormire. Ma una volta dentro al caldo gli amici non riescono a dormire e hanno voglia di ballare, cantare e giocare a mosca ceca...Va avanti così per tutto l’inverno.
Quando arriva la primavera gli animali ringraziano e salutano l’Orso. Orso smonta la sua casa e la rimonta dall’altra parte della foresta per potersi riposare.
Quando ho iniziato a leggere questo libro mi è subito venuta in mente la storia della cicala e della formica ma il finale non ha nulla a che vedere con la storia che conoscevo. Infatti “la casa invernale dell’orso” è una storia che parla di amicizia e di generosità. L’orso quando vede arrivare i suoi amici alla porta non esordisce con un “ve lo avevo detto!” nulla… li accoglie e li fa sentire a casa loro. Condividendo ciò che ha.
Un altro piccolo capolavoro edito da Camelozampa che noi amiamo molto. Camelozampa per chi non lo sa è una casa editrice indipendente che ama pubblicare piccoli tesori, libri con storie e messaggi importanti. Camelozampa produce libri di qualità, pone grande attenzione a tutti gli aspetti, dai contenuti all'utilizzo dei materiali, usando per esempio carta in fibra di mais o certificata FSC.
Inoltre cito Camelozampa “Ci piace sottolineare che i nostri libri sono a "Km 0": la creatività e le idee arrivano da tutto il mondo, la produzione dell'oggetto libro avviene in loco. Ci affidiamo ormai esclusivamente a fornitori e tipografi nel raggio di pochi chilometri dalla nostra sede, con i vantaggi di conoscere la qualità del lavoro, creare circuiti virtuosi nell'economia locale, minimizzare l'impatto ambientale del trasporto per il viaggio della merce, i libri.”

Delle avventure di Orso vi avevamo parlato già in questo Post

Età dai 3 anni in su
Lo potete trovare qui:
La casa invernale dell'Orso
Buona lettura
#famiglia tuttofare



mercoledì 13 dicembre 2017

Timeline Avvenimenti, Asmodee/Asterion - Giochi

Siamo sempre alla ricerca di giochi dove Divertimento in Famiglia sia la parola chiave e con Asmodee Asterion non si sbaglia mai.

Questa volta potremmo però aggiungere che con la linea Timeline, si può giocare, divertirsi ed imparare allo stesso tempo!

Asmodee, azienda che noi amiamo molto per la filosofia dei suoi giochi, ha di nuovo creato un gioco particolare, in una piccola scatola di latta, quindi portabilissimo ovunque, in cui divertimento e apprendimento vanno di pari passo!
110 carte a tema Avvenimenti che impegnano i giocatori in domande come "la comparsa delle api è avvenuta prima o dopo dell'invenzione del flauto? L'invenzione del vino è avvenuta prima o dopo l'invenzione del sapone ma tutto sicuramente dopo la fondazione del primo villaggio o dopo l'addomesticamento dei bovini? Ma gli scacchi prima dell'invenzione della cassetta delle lettere ma dopo l'inaugurazione del Colosseo? L'invenzione del semaforo prima o dopo l'apriscatole?"
Queste sono solo alcune delle 110 domande che potrete porvi in questo gioco.
Si può giocare dai 2 agli 8 giocatori, ad ogni giocatore vengono date 4 carte con l'avvenimento scritto su fronte della carta, mentre sul retro è scritto l'anno in cui si è verificato l'Avvenimento. A turno i giocatori devono ragionare sull'immagine della carta che hanno di fronte, cercare di identificare se l'Avvenimento in questione è avvenuto prima o dopo delle carte che sono sul tavolo. Se il giocatore indovina si libera di una carta altrimenti ne deve pescare una nuova dal mazzo.

Vi sono diverse tematiche Timeline: Avvenimenti, Invenzioni, Scienza e Scoperte, Eventi Storici, Musica e Cinema e Star Wars.
Penso sia un gioco divertente, inoltre non annoia perché le domande sono davvero molte e le tematiche su cui potersi cimentare sono coinvolgenti. Sono convinta sia un ottimo regalo per compleanni, Natale o solo un pensiero per qualsiasi occasione.

Lo potete trovare qui:
Timeline Avvenimenti
#famiglia tuttofare 

martedì 12 dicembre 2017

Idea regalo: Alfa Beta Zeta, sfida all'ultima lettera

Natale è ormai alle porte e come tutti gli anni si è alla ricerca di regali natalizi originali che sappiamo divertire i nostri bimbi, ma anche insegnare loro qualcosa.
Fra il nostro scovare idee al di fuori dai classici giochi, oggi ci siamo imbattute in Alfa Beta Zeta, un gioco da tavola coinvolgente e dinamico che richiede prontezza, intuito, memoria, concentrazione e un buon vocabolario, distribuito da Rocco Giocattoli.
alfa beta rocco giocattoli

Da un a parte Alfa Beta Zeta può ricordare il classico gioco che facevamo e adoravamo da piccole "Nomi, cose,città...",  ma con un meccanismo nuovo, innovativo e moderno, è arricchito infatti da una ruota elettronica, da un timer che scandisce il round e dal poter usare in ogni turno tutte le lettere ancora disponibili.


Svolgimento:
Prendi una carta, leggi l'argomento, fai partire il tempo e, prima che i 10 secondi finiscono, trova una parola attinente all'argomento con le iniziali disponibili nella plancia elettronica. Viene eliminato dal round chi non riesce a trovare una parola consona all'argomento nel tempo disponibile. Vince la carta chi trova sempre una parola attinente all'argomento.

Vince
Chi avrà guadagnato più carte.

Il gioco contiene:
1 unità di gioco elettronica
36 carte, fronte e retro con 72 argomenti
Non contiene:
2 batterie stilo















Un family game adatto con la sua semplicità a tutta la famiglia, perfetto per aiutare i bimbi ad esercitarsi in modo divertente con l'alfabeto ed il lessico, un gioco che può essere usato più volte aggiungendo possibili nuovi argomenti. 
Un sfida appassionante che aiuta a sviluppare velocità di ragionamento, attenzione e concentrazione.
Ci piace anche molto il fatto che possa essere usato già con solo due giocatori, ma arrivare anche fino a 10, cosa abbastanza rara nei giochi da tavola.


Consigliato dai 7 anni in su.

Lo potete trovare qui:
Alfa Beta Zeta

@Famigliatuttofare

5 cose da non dire ad una mamma con un figlio che non mangia

Oltre a non dormire i miei figli non mangiano. Non vi nascondo il nervoso quando la mia amica mi dice che i suoi figli mangiano tutto e dormono tutta la notte.

mangiare bambini pappa frase ironica



A parte il fatto che ormai mi sono convinta che NON sia vero e siano due bugie ;-) ma anche fosse vero, cosa non dover mai dire ad una mamma che fa la Masterchef per i propri figli.


1) Devono mangiare quello che c'è sul tavolo perché se non mangiano quello cucinato non devono mangiare altro.


Ecco questo è il primo prezioso consiglio che ti viene dato. Sincero, vero e giusto.
Per te che vivi la situazione da anni, questo consiglio è utile come l'ultima cipolla marcia nel vano verdure del frigo.


2) La colpa è tua perché cucini solo quello che gli piace, ormai gli hai abituati in questo modo e sanno che tu tanto cucini quello che vogliono.


Hai ragione. Io mi diverto a cucinare pasta in bianco e milanese quasi tutte le sere.
Ovviamente dopo che non ho dormito la notte, sono stanca e sono andata a lavorare, se tutto va bene non ho litigato con nessuno per quanto sono stanca, corro a prenderli, vado a fare la spesa con loro che vorrebbero comprare il supermercato intero, arrivo a casa e loro hanno fame. 
Certo ho proprio voglia di farli urlare o piangere perché vogliono solo un piatto di pasta in bianco. Hai ragione dovrei farli piangere perché hanno fame, così poi quando li porto a letto e non dormono,  almeno ho il dubbio se non dormono per la fame o altro!


3) Devi fare per una settimana solo minestrone e vedrai che li prendi per fame
Quale miglior consiglio da dare ad una madre. Non ci fermiamo ad un giorno di pura e ordinaria follia, noi pensiamo in grande e per una settimana non mangiamo e non dormiamo! Ieppa!


4) Mio figlio l'ho abituato sin da piccolo a mangiare di tutto e ora mangia qualsiasi cosa
Che stupida che sono, io invece io sin dallo svezzamento ho dato subito pasta in bianco. Non ho mai e dico mai e ripeto mai provato con minestre, verdure bollite, pesce al vapore.... mai provato.... grazie per avermelo detto.... ora che lo so ci provo!


5) Fai le forme col cibo vedrai che mangia!
Allora care mamme dei miei stivali ho anche comprato libri, cercato su internet per fare piatti che li attirassero, per la forma, per il colore, per i sapori... ma niente. LORO NON MANGIANO. Mio figlio non mangia la cioccolata, non mangia il gelato e non beve coca cola, vi rendete conto del livello, non sono io a non dargli o fargli provare le cose è LUI CHE NON MANGIA, non è curioso, non vuole mangiare e basta. 
Le ho provate tutte e mi dicono di continuare a provarci e a proporre, io sono stufa di cucinare 3 portate diverse ogni sera e di dover mangiare avanzi e dover buttare via. Io non ho tempo e voglia per continuare a fare masterchef ogni sera... vogliono una pasta in bianco gli farò la pasta in bianco e poi cresceranno e allora sarò poi io a non dare più a loro la cioccolata!
Ma per ora care mamme di bambini che mangiano di tutto, per favore state zitte, oppure invitateci a cena e provate a fargli assaggiare voi qualcosa!



Se cercate invece qualche consiglio più serio :) leggete il post con i suggerimenti della pedagogista che trovate QUI
@famigliatuttofare