venerdì 29 settembre 2017

Torce per Bambini VARTA: e che l'avventura abbia inizio!







I vostri bambini amano giocare agli esploratori? I nostri si!
Noi abbiamo alcune torce sparse in casa per quando salta la luce... i nostri bambini cercano sempre di utilizzarle... sino a quando non abbiamo scoperto le TORCE PER BAMBINI VARTA!


Guardate che belle che sono? E ce ne sono tantissime.
Potete trovare tutti i video delle torce sul sito
VARTA PRODOTTI

Ci sono le classiche torce o quelle frontali e la possibilità di scegliere la linea che più piace ai bimbi, i super attuali Minions o quella dell'orsetti "Paul the Bear".






Queste torce sono studiate e create appositamente per i bambini, materiale di qualità che permette anche alle manine meno attente di maneggiarle senza romperle e si spengono automaticamente dopo 30 minuti. Inoltre (non guasta) nella confezione sono già comprese le pile VARTA per far funzionare le torce.

Cosa aspettate? Giocate anche voi agli esploratori o a fare capanne sotto il letto o a leggere un libro prima di andare a dormire!
Il divertimento è assicurato!
Utilissime quelle frontali anche per chi, come noi, si diverte a fare campeggio, una fonte di luce senza occupare le mani è sempre utilissima!
Noi le troviamo anche una buona ed originale idea come regalo per i bambini, magari abbinando quella frontale anche ad un buon libro!


Le potete trovare su Amazon:
Torcia a forma di razzo Paul the Bear
Torcia frontale Paul the Bear
Torcia frontale Minions



#Famiglia tuttofare



mercoledì 27 settembre 2017

Libri per bambini: "La Finestra", Verbavolant Edizioni

La Finestra è un originale e profondo albo illustrato scritto da Lorenzo Naia ed illustrato da Roberta Rossetti, edito da Verbavolant Edizioni.


Eh sì, questa casa editrice siciliana ci sorprende di nuovo, dopo GattoBrutto, abbiamo scoperto anche questo innovativo e riflessivo libro per bambini: originale il formato, bella la copertina di cartoncino in fibra di cotone di recupero, arricchita da una piccola finestra.
Ma è il retro che colpisce dritto al cuore "Ci sono finestre da cui guardare il mondo e finestre da cui guardare se stessi", quanta verità già da una semplice copertina!


La storia è raccontata da un bambino, un bimbo che narra le sue giornate passate ad osservare il mondo che lo circonda dalla finestra della sua abitazione al diciottesimo piano. Tanti dettagli, tante emozioni che lui pazientemente osserva, tutti i giorni...
Nel suo osservare non può certo non notare un bimbo, di circa la sua età, che abita proprio di fronte a lui. L'osserva tanto perché quel bambino fa veramente tante belle cose...finché un giorno, grazie ad un blackout elettrico, le distanze fisiche inizieranno ad essere non più importanti e un'amicizia, guidata dalla fantasia e sospesa fra i palazzi, nascerà...

Una storia di delicata amicizia, di apparenza che va superata, di una piccola finestra sulla città che permette di osservare le sfumature di tutti i giorni che sfuggono spesso alla nostra attenzione, presi da troppe cose da fare, ma che sono lì, sotto il nostro naso, per essere viste...perché come si legge nel libro: "Imparare a vedere il bello intorno a sé è il primo passo per trovare il bello anche dentro di sé".
Un libro in cui niente è lasciato al caso, dalle scritture in pastello nero, che diventano bianche quando hanno una particolare valenza, alle illustrazioni semplici, con pochi colori ma ricche di espressività e vissuto. Un mix perfetto che, fuso con parole semplici, fa riflettere, noi adulti e i nostri piccoli lettori.





Lo trovate qui: La finestra
Lo consiglio dai 5 anni in su
Buona lettura
 Francesca

lunedì 25 settembre 2017

Applicazioni smartphone che Facilitano la vita in Famiglia




Nell'era digitale potevamo non parlarvi di alcune applicazioni che a noi e ad amici sono tornate particolarmente utili e hanno semplificato la vita? Ovviamente NO!

Quindi liberate memoria nel vostro smartphone!
Non ne farete più a meno!

 



1) Stocard permette di registrare le tessere fedeltà, evitando così di portarsele sempre tutte dietro, inoltre fornisce informazioni aggiornate sui punti accumulati. Purtroppo non tutti i punti vendita l'accettano al posto delle carte fisiche, ma un po' di carte dal portafoglio si riescono comunque a togliere.

2) Pinterest, raccolta di tante fotografie, idee creative, ricette, consigli di stile...vi avvisiamo in anticipo: DA' DIPENDENZA!

3) Waze: funziona come un navigatore, traffico e tempi di percorrenza sono sempre aggiornati

4) True caller permette di conoscere l'appartenenza di numeri telefonici sconosciuti, ti indica se il numero è già stato segnalato da altre persone e ti rimanda ad eventuali recensioni se presenti

5) Snapseed una app utilissima per modificare le foto, scriverci sopra, ritagliarle...

6) Biotiful utile per sapere inci dei prodotti cosmetici

7) Bring utile per fare la lista della spesa in condivisione con gli altri famigliari

8) Klikkapromo e Checkbonus applicazioni per guadagnare facendo la spesa (ve ne abbiamo parlato in dettaglio qui e  qui)

9) Drivemode per chiamare, leggere messaggi, avviare il navigatore senza usare le mani quando si è al volante

10) Peel Remote, se come noi, perdete sempre il telecomando della tv questa è un'ottima soluzione

11) Pharm Around fornisce la lista delle farmacie aperte vicino alla tua posizione

12) Google fit per monitorare l'attività fisica, i passi giornalieri fatti

13) MyFitnessPal, una app che ti aiuta a perdere peso, conta calorie, inserimento degli alimenti e degli esercizi da svolgere

14) Svuota frigo trova ricette partendo dagli ingredienti disponibili da te inseriti

15) Il mio calendario utile per controllare il ciclo mestruale, segnala anche il periodo più fertile

16) Parkify! o Car Finder app utilissime che ti riportano dove hai parcheggiato la tua auto

17) Prezzi benzina molto utile per trovare il prezzo dei benzinai vicini a voi. In modo da trovare sempre il più economico. Sapete che 20 centesimi in meno al litro su un pieno possono farvi risparmiare 10 euro?!

18) Il meteo app semplice che vi consente di verificare il tempo nei luoghi di vostro interesse

19) Shazam App che ti permette quando ascolti una canzone di cui non sai il titolo di trovarlo velocemente e di ascoltare il brano, creando anche una tua play list.

20) Dove conviene si possono consultare  i volantini di tutti i punti vendita, utile per trovare offerte e concorsi

21) PiratinViaggio app che segnala tutte le offerte in rete su voli aerei, hotel, pacchetti vacanza, assolutamente da consultare tutti i giorni

22) Aliexpress shopping on line a basso costo, qualsiasi oggetto particolare qui lo trovate!

Ne avete altre?!!! Consigliate consigliate! 😊

Foto di copertina dal web
Famigliatuttofare

sabato 23 settembre 2017

Guadagnare buoni con un'app: CheckBonus

Checkbonus è un'app, scaricabile da Play Store, che vi permette di accumulare punti semplicemente:


-entrando in alcuni negozi selezionati, non occorre compare nulla, il cosiddetto walkin, 
-scannerizzando i codici a barre di alcuni prodotti segnalati nell'apposita area,
-comprando determinati prodotti e inviando la foto dello scontrino, 
-entrando in specifici market e comprando merce per il valore minimo di 10 euro (per farsi accreditare i punti occorre poi  inviare lo scontrino entro 24 ore dall'acquisto).

Queste azioni possono essere fatte singolarmente, una volta si fa walkin, un'altra si può scannerizzare il barcode e così via.


Cosa ottieni con i punti accumulati?! 
Puoi richiedere il tuo buono dal catalogo premi appena raggiunta la soglia per ottenerlo. 
Tanti i buoni disponibili da Decathlon, a Trony, Chicco, Amazon, Bennet, Kiabi, Tamoil, Douglas....e molti altri!




I passaggi per accumulare i punti sono molto semplici:
  • Scarica l'app sul tuo smartphone
  • avvia l'applicazione e cerca i punti vendita aderenti
  • entra nel negozio, attiva posizione e bluetooth e fai Walkin, immediatamente vedrete i punti guadagnati
  • se invece volete scannerizzare il prodotto, una volta trovato, attivate lo scanner, mirate il barcode, e appena esce la spunta verde i punti sono vostri.
  • se il prodotto prevede punti aggiuntivi con l'acquisto e quel prodotto lo acquistate, a casa mandate la foto dello scontrino per ricevere ulteriori punti (seguite sempre il regolamento per richiedere questi punti).
  • accumulati i punti sufficienti per richiedere il premio convertiteli nel buono che desiderate
Un' applicazione divertente, ma soprattutto utile per guadagnare qualcosa senza nessuna fatica!
Francesca

lunedì 18 settembre 2017

Gatto Brutto di Silvia Oriana Colombo Edizione VERBAVOLANT



Leggiamo molti libri per bambini e cerchiamo sempre nuovi autori, case editrici da scoprire e proporre nel nostro blog.

GattoBrutto di Verbavolant è una bellissima scoperta, è un libro che va letto ai propri bambini per la delicatezza e la semplicità con cui tratta temi importanti come l’accettazione di sé: accettare noi stessi, le nostre “diversità”, le nostre “particolarità”, non è cosa sempre semplice.
A volte il mondo esterno può stupirci e rispondere alle nostre paure in modo inaspettato e aiutarci ad apprezzarci. 






GattaMamma ha 4 gattini e li ama tutti e quattro allo stesso modo, ma forse non si rende conto di come si sente invece GattoBrutto. Ovviamente tutti  e 4 i fratelli sono belli in modo diverso, ma, sarà per colpa del suo pelo nero, annodato ed ingarbugliato, GattoBrutto vede belli solamente i suoi fratelli e non se stesso…
Per questo decide di allontanarsi da casa e qui inizia la sua avventura. 




Tra le molte avventure che non vanno propriamente come uno si aspetterebbe lui rimane se stesso e il mondo reagisce alla sua semplicità. Molti oggetti rimangono impigliati nel suo pelo ispido, persino un tesoro si nasconde in questo pelo nero ingarbugliato. GattoBrutto salva infatti, dalle grinfie di un gattaccio, un amico inaspettato: un topolino!
Proprio questo amico “fuori dal comune” farà sentire GattoBrutto accettato ed apprezzato.



GattoBrutto  non cerca l’approvazione degli altri, attraverso i suoi pasticci lui scopre di essere apprezzato, cercato e accettato per come è. Non importa quello che siamo fuori ma è importante come siamo dentro.
Un albo illustrato dalle chiare e vivaci illustrazioni che mixa perfettamente parole con immagini. Un libro che parla in modo divertente e coinvolgente di diversità, diversità che si fonde con unicità e dove ogni unicità è sempre ricca di potenzialità, perfetta e speciale.


Ve lo consigliamo!
Lo potete trovare qui:
Gattobrutto

Buona lettura!
#iquattromoschettieri


martedì 12 settembre 2017

Festa di compleanno: idee, siti, consigli per una festa perfetta!

In questi giorni il mio vandalino senior ha compiuto sette anni, la sua festa è per noi un momento atteso da un anno, ci piace molto dedicare una giornata a lui e festeggiare "di nuovo" la sua nascita insieme alle persone che gli vogliono bene!


Cerco nel poco tempo disponibile di organizzare al meglio la sua giornata, con l'obiettivo che per lui sia un giorno speciale e che il DIVERTIMENTO sia la parola d'ordine per tutti. 
Negli anni mi sono accorta che ai bimbi basta veramente poco per essere felici, perciò approfittando delle belle giornate e di un giardino, organizziamo la festa a casa nostra, risparmiando molti soldini con la nostra location famigliare e l'animazione fai da te 😁.


- Primo importantissimo punto è il numero degli invitati, pochi ma veramente sentiti sia per il bimbo che per noi adulti, feste troppo dispersive finiscono per annoiare grandi e creano confusione fra i bimbi.

- Secondo punto, gli accessori per la festa scelti dal festeggiato, d'altronde è lui il solo e unico protagonista dell'evento!
La festa a tema creata per lui lo farà sentire importante e in commercio ci sono veramente tanti gadget carini da rendere tutto unico.  
Noi quest'anno ci siamo affidati a abcpartyshop, un sito on line molto intuitivo con una vasta gamma di addobbi per le feste, gadget, palloncini. Spedizioni veloci e affidabili nei tempi di consegna.
Una manna dal cielo per chi come me, dati i tempi rosicati fra lavoro, casa e bimbi, si trova sempre all'ultimo ad organizzare la festa, per fortuna ci sono queste aziende serie che funzionano bene!


Lori, da bravo e futuro paleontologo, ha scelto questi addobbi dei dinosauri, robusti e di qualità, e per intrattenere gli amichetti in modo originale, quest'anno abbiamo voluto provare la pignatta dinosauri, un oggetto particolare, che non prevede l'utilizzo del bastone, ma di una serie di cordicelle da tirare, solo una sarà quella vincente, che farà uscire regali e caramelle!


- Terzo punto, se come noi avete la fortuna di avere un giardino, attrezzatelo, noi abbiamo risolto "costruendo" negli anni un luogo a misura dei nostri bambini: con un tappeto elastico, un piccolo parco giochi con altalena e scivolo, una casetta, palo da basket. Il tutto potrebbe sembrare dispendioso, ma non è così. Il costo è stato ammortizzato nei 7 anni dei bimbi, chiedendo, nei vari Natali o compleanni, ai parenti più stretti, regali mirati per attrezzare il nostro piccolo spazio ludico. I bambini hanno giocato per 5 ore da soli senza bisogno di nessun adulto o animatore!


- Quarto punto il cibo, negli anni si impara a dosare le quantità e a scegliere cosa sia più o meno gettonato. Io parto comunque sempre dal festeggiato e cucino o acquisto quello che piace soprattutto a lui, d'altronde è la sua festa no😏?!. I must per i bimbi sono comunque pizza, focaccia, patatine e pop corn, i dolci alla fine sono sempre più un piacevole strappo alla regola per noi adulti.
Consiglio un tavolino ad hoc dove mettete bevande, acqua o succhi...  lasciate sempre solo una bottiglia per tipo, i primi anni mi ritrovavo sempre con tre coche, tre succhi o 4 acque aperte a metà! Importantissimo una penna o pennarello per scrivere i nomi sui bicchieri ed evitare così sprechi inutili di bicchieri di plastica o carta!



- Quinto punto, il più importante, ricordate che la cosa essenziale è che vostro figlio si diverta e che per rendere magico questo momento di unione e condivisione non occorre fare grandi cose o spendere tanti soldi!


@Famigliaborbottona

lunedì 11 settembre 2017

Ritorno a scuola? SIGGI prodotti italiani al 100%

















Anche quest'anno ci prepariamo e siamo agli sgoccioli, ultimi acquisti prima dell'inizio dell'anno scolastico...e, anche quest'anno, ci siamo affidati alla qualità di SIGGI. Prodotti italiani, le parole d'ordine sono QUALITA' e SICUREZZA, attenti ai materiali utilizzati per il bene dei nostri bambini! Per chi non conoscesse i prodotti SIGGI sono tutti ben rifiniti e sempre attenti alle curiosità e alle mode dei bambini.






La novità di quest'anno, che noi abbiamo provato, è la linea bambini Giokit. Prodotti che si possono far colorare, personalizzare, dai nostri bambini con i pennarelli lavabili Carioca e che si possono lavare in lavatrice a 40°. Lavato il capo l'immagine torna bianca e si può ricominciare a colorare tutte le volte che si vuole! Della collezione fanno parte grembiulini, felpe, sacchetti e tovagliette.

Noi abbiamo scelto le felpe in puro cotone. Vi ho mai raccontato delle maglie pesanti che mia madre mi metteva sotto i grembiuli per la paura dei "colpi d'aria"? Sudavo da paura!
Abbiamo scelto delle bellissime felpe che possono essere utilizzate sotto i grembiuli perché sono di cotone 100% e di uno spessore che consente al bambino di stare al caldo e non sudare.

Inoltre sono così belle che le useremo anche sopra i grembiuli!!!!!

Molto carini e pratici della stessa linea Giokit sono anche i sacchetti da usare a scuola per mettere scarpe, cambio, prodotti per l'igiene, anche questi accessori sono totalmente personalizzabili, basta un semplice lavaggio a 40 gradi per cambiare il look del sacchetto di vostro figlio. un prodotto utile, sicuro e che dà spazio alla creatività e al divertimento.

Ci piace molto l'idea originale di rendere un capo per la scuola personalizzabile dal bambino, lasciando spazio alla sua fantasia ed inventiva.



Potete trovare tutti i prodotti sul sito SIGGI con tante tante idee!

Molti  prodotti li potete acquistare anche su Amazon:
Grembiulino Giokit




Buon inizio scuola a tutti!
Famiglia tuttofare

domenica 10 settembre 2017

Inserimento a scuola? Libri consigliati per bambini

L'inserimento alla scuola dell'infanzia è una tappa molto importante per i nostri bambini, un momento che rappresenta spesso il primo vero distacco dalla famiglia e il primo passaggio verso l'autonomia e la conoscenza, da soli, di persone nuove.
Mi ricordo il primo giorno di scuola dei miei bimbi come un momento intriso di tanti emozioni e dubbi: felicità nel vederli spiccare il volo, timore nell'affidarli a sconosciuti e un pizzico di nostalgia. Nostalgia perché iniziava quel momento in cui noi genitori stiamo dietro di loro, pronti per aiutarli, ma sempre quei cinque passetti lontani per lasciarli sperimentare e crescere ...


Noi abbiamo sempre trovato utile e prezioso il supporto degli albi illustrati per cercare di affrontare ed elaborare le emozioni di quei giorni, tre i libri che vi consigliamo in particolare:
I tre piccoli gufi  di Martin Waddell e Patrick Benson edito da Mondadori.
Mamma Nastrino di Emanuela Nava, illustrazioni di Desideria Guicciardini edito da Piemme.
Zeb e la scorta di baci di Michel Gay edito da Babalibri.

Tre libri che con modo leggero e belle ed immediate illustrazioni parlano di tematiche che toccano il profondo, dalla paura dell'abbandono, all'ansia di separazione, ma sottolineando sempre che la forza dell'affetto non ha bisogno di presenza fisica per esserci.

I tre piccoli gufi. Tre gufetti si svegliano nella notte e si accorgono che mamma Gufa non è più nella loro tana, i piccoli fratellini gufi aspettano con ansia e paura il suo ritorno, il timore che la loro mamma possa non tornare più da loro si fa forte nell'attesa, finché un rassicurante "Lo sapevate che sarei tornata" di Mamma Gufa conclude in modo confortante la storia. Il tema centrale della paura che la mamma non torni si fonde con il senso di solidarietà fra i fratelli e l'importante messaggio che il distacco è solo temporaneo. Il libro a noi è stato particolarmente utile per riprendere il tema "ti lascio da solo a scuola, ma tornerò sempre a prenderti", tema che sicuramente può preoccupare i bimbi con l'inserimento in un nuovo contesto.


Mamma nastrino. E' un elogio a tutte le mamme del mondo e al forte ed indistruttibile legame che tiene fortemente unito la mamma e il suo bambino. Un nastrino invisibile li lega per sempre, un nastrino infrangibile, che niente e nessuno, potrà mai tagliare! Un'idea carina potrebbe essere quella di incollare una foto di mamma, papà e figlio in un foglio e di unirli con dei nastrini colorati o di lana, per trasmettere il messaggio un filo ci lega sempre ed ovunque!

Zeb e la scorta di baci. Zeb parte per il suo primo campo estivo da solo, quanta paura, ma i suoi genitori hanno preparato per lui una scorta di BACI, che alla fine saranno fondamentali non solo per Zeb, ma anche per i suoi compagni di avventura. L'idea di un oggetto che lega voi e il vostro bimbo nel distacco può essere un'accortezza che lo rassicurerà e gli permetterà di vivere la separazione con più serenità. Che sia un bacio stampato su un foglietto, un vostro codino o un qualcosa di personale che lui conosce, non importa, è il senso di mamma che è importante, che darà conforto al bimbo in vostra assenza. Io l'ho usato spesso con i miei vandalini ed è stato sempre utile.



Ultimi pensieri...mamme siate positive e non scoraggiatevi se vostro figlio piangerà, le novità preoccupano noi adulti, figuriamoci i bambini😉
@famigliaborbottona

mercoledì 6 settembre 2017

Etichette personalizzate adesive per la scuola

Mancano pochi giorni al rientro a scuola e fra un "forse troverò un po' di tempo per me" e "un mi mancheranno" abbiamo iniziato a preparare tutto!







Per chi ha bimbi in età scolare sa che cosa ci si deve aspettare: una lista interminabile di materiali scolastici dove occorre una laurea in tuttologia per capire ed azzeccare al primo tentativo il materiale corretto:
"Penna non cancellabile con impugnatura triangolare",
"quaderno con copertina blu a righe rosse di prima con margini e fogli rinforzati",
"bicchiere con nome, non tazza, di medie dimensioni.."
"grembiule azzurro tinta unita ma non azzurro chiaro, tendente al blu chiaro"...
e, ovviamente, ciliegina sulla torta tutto ETICHETTATO!. Il primo anno di materna o nido non si capisce bene la ragione, ma dopo le prime settimane tutto diventa chiaro! Non si sa come, ma ogni settimana qualche vestito scompare, le penne si smaterializzano!
Quindi è diventato chiaro che se non vuoi ricomprare tutto due volte, è meglio investire subito qualcosa per risparmiare dopo!


Ma come contrassegnare vestiti ed oggetti ???



All'inizio tutte proviamo con i famosi rotolini su cui si scrive il nome e poi si stira per attaccarlo, poi si prova a ricamare tutto, (mai più!), infine esauste si passa alle etichettine bianche prese al supermercato... ma che dire? Non il massimo dell'estetica e dopo poco tempo dall'utilizzo anche il risultato è mediocre... qualcosa si stacca, spesso con i lavaggi scolorisce...

Ma ho trovato negli ultimi due anni una soluzione valida che vorrei condividere con voi: ho ordinato delle etichette personalizzate. Ho investito sulla qualità del prodotto acquistato scoprendo che risparmiavo tempo e soldi! Risultato eccellente e duraturo sul lungo periodo! Così le cose smarrite si sono ridotte al minimo!!!



Fra le diverse aziende quest'anno ho scelto e provato le etichette di Petit Fernand, le ho ordinate direttamente sul loro sito https://www.petit-fernand.it/, pochi clic, un'ampia scelta di opzioni e un servizio eccellente. 
In sole 48 ore sono arrivate a casa nostra con spedizione a casa gratuita! 

La scelta è veramente vasta potete trovare:

etichette per vestiti: etichette termoadesive, che richiedono l'utilizzo del ferro da stiro, o etichette adesive;

etichette personalizzate perfette per oggetti, resistono anche alla lavastoviglie o al microonde, o per le scarpe.
Arrivano a casa in un carino libricino con tutte le istruzioni per usarle al meglio e con in regalo dei carini stickers per i bambini.
Potete decidere di investire 3 euro come 30 in base alle vostre esigenze!




Tutto fatto in 10 minuti al max, i miglior 10 minuti spesi per identificare tutto e non perdere più nulla! Siete pronte ad ordinarle anche voi ?!! 
Pronte?! Via 😁
 Crea subito le tue etichette adesive



Buon rientro a scuola!
@famigliatuttofare

Una promozione a settimana: Citrosil, provalo gratis

Ci sono molte aziende che, per promuovere l'acquisto dei loro prodotti, danno l'opportunità di provarle gratis. Nessun trucco o fregatura, l'unica cosa che spesso blocca le persone è il fatto che bisogna acquistare il prodotto e chiedere il rimborso dell'importo speso!




Come fare?!
Occorre acquistare in un unico scontrino, sempre parlante, e in un punto vendita aderente, uno o due prodotti Citrosil a scelta fra:
  • Citrosil Spray disinfettante (rimborso max 4,99)
  • Citrosil Sgrassatore disinfettante (rimborso max 3,29)
  • Citrosil Pavimenti disinfettante (rimborso max 2,69)

Dopo l'acquisto occorre entro 5 giorni andare su questo SITO, registrarsi, registrare e caricare una scansione dello scontrino, e selezionare la modalità di rimborso: bonifico bancario, carta ricaricabile Postepay o carta ricaricabile dotata di IBAN.
Entro 48 ore riceverete una email da confermare, entro 24 ore, per rendere valida la vostra partecipazione.
Se tutto in regola con il regolamento riceverete il rimborso totale speso.
Leggete sempre, per non sbagliare, il regolamento completo nel sito della promozione:     http://www.citrosilhomeprotection.it/concorso/

La promozione scade il 30 ottobre 2017, ogni persona può richiedere il rimborso solo di DUE prodotti.

Buon risparmio
#famigliaborbottona

lunedì 4 settembre 2017

Il prince Arturo e la principessa Leila di Béa Deru-Renard e Kristien Aertssen edito da Babalibri


Un’altra piccola opera d’arte, sfogliata e letta mille e mille volte la sera, è Il principe Arturo e la principessa Leila di Béa Deru-Renard e Kristien Aertssen edito da Babalibri.


Questa storia racconta l'impresa del Principe Arturo che cerca moglie… o meglio della regina Irene che cerca la moglie perfetta per il figlio.

Le fanciulle contendenti il principe vengono dai quattro angoli del regno “indossano splendidi gioielli e sono pronte a tutto pur di sposare il principe Arturo” ma probabilmente non sono pronte alla futura suocera ;-)
La regina vuole per il figlio una fanciulla che sappia preparagli un buon pranzetto, cucirgli un abito perfetto e sappia cantare un dolce minuetto. Tutte le fanciulle fanno del loro meglio ma nessuna soddisfa il principe e tanto meno la regina.



Intanto dall'altra parte del Mondo una tragedia simile si sta consumando: il padre della Principessa Leila ha scelto per lei un marito. Marito che ovviamente lei non ha mai visto e certo non vorrebbe sposare a scatola chiusa.

Che cosa accadrà?!


Siete curiosi di sapere come continua la storia? Vi dico solo che c’è un uccellino magico, tre desideri da esprimere e che la principessa Leila, lei è una principessa mica una fanciulla qualunque, non sa cucinare, cantare nè tanto meno cucire un abito perfetto.

Questo racconto piace ai miei figli e a me… non si tratta di una favoletta ma di una vera e avvincente storia d’amore contemporanea e attuale  dei giorni nostri, dove la classica storia del principe e delle sfide che deve affrontare per raggiungere la sua sposa, si fonde con l'inserimento del "lontano", non solo geograficamente, ma soprattutto culturalmente.
Una storia che parla in modo leggero di culture differenti che si incontrano, di luoghi comuni e stereotipi che svaniscono, di un amore vero e libero che sboccia...
Una storia purtroppo ancora contemporanea, dove madri e padri decidono per i propri figli, senza ascoltarli e senza cercare di capire davvero ciò che loro vorrebbero fare. 
E' importante, invece, imparare a leggere nei loro cuori e a non fare sempre quello che noi riteniamo meglio per i nostri figli.



Leggetelo ve lo consigliamo è davvero molto bello.
Età di lettura dai 5 anni in su

#Iquattromoschettieri