martedì 2 maggio 2017

Alla scoperta della miniera di talco di Prali nella Val Germanasca (Torino)

Torino e la sua provincia sono veramente ricchi di tanti luoghi bellissimi da scoprire in famiglia, oggi vi portiamo con noi all'Ecomuseo delle Miniere e della Valle Germanasca, situato a Prali, a circa 70 km da Torino.


La particolarità del sito, che interesserà e coinvolgerà sicuramente i bimbi, è la presenza di due miniere dismesse, ma visitabili, Paola e Gianna, che hanno permesso la creazione di due percorsi di visita "Scopriminiera" e "Scoprialpi", e che vi porteranno in un viaggio nel passato e nelle viscere della montagna.


Scopriminiera è il percorso che abbiamo fatto noi, è consigliato dai 3 anni in su, permette di entrare nella galleria Paola utilizzando il trenino dei minatori, è un viaggio nella storia in cui si assapora la vita in miniera: l'aria fresca sulla pelle, il buio spezzato solo da qualche lampada, i silenzi alternati ai rumori molto forti.

Le visita dura circa due ore: vi è un primo piccolo tratto a piedi, seguito da un tragitto di circa un km a bordo di un trenino che si addentra nel cuore della montagna fra strette gallerie in penombra, infine scesi dal trenino vi sarà un percorso ad anello, corto e assolutamente fattibile con i bimbi, da percorrere a piedi e che permetterà di conoscere il lavoro dei minatori.
Tutta la visita è condotta da una giovane, preparata e frizzante guida che racconterà la storia della miniera: dalle particolarità del talco, lo sapevate che è inodore ed utilizzato in tantissimi modi?! Pure negli alimenti?!, a come si lavorava duramente in quel luogo. Spiegazioni sempre intervallate a momenti pratici, la possibilità di toccare il talco, di vedere i macchinari di scavo e i martelli pneumatici e di sentirne anche i forti rumori, di capire come funzionava la ventilazione e l'illuminazione con solo la lampada ad acetilene. Tanti particolari che rendono la visita veramente interessante e che aiutano i bimbi ad essere concentrati e a capire concretamente le informazioni date.































Vicino alla galleria c'è inoltre, compreso nel prezzo di ingresso, un museo permanente che illustra la vita della valle, l'estrazione dei minerali presenti, talco, grafite e rame, e il loro utilizzo.
L'abbigliamento che vi consigliamo in primavera ed autunno è da montagna, con scarpe comode, chiuse ed impermeabili, capi pesanti  perché all'interno della miniera fa comunque parecchio fresco.
Le visite sono fattibili anche in caso di pioggia o neve, prima dell'entrata del tunnel verrete dotati di caschetti protettivi e mantelline per proteggervi dal freddo.  Le visite guidate nella giornata sono due: una al mattino alle 10,30 e una nel pomeriggio alle 14,30.



Scoprialpi è un percorso invece consigliato dagli 8 anni in su, un viaggio di tre ore all'interno della miniera Gianna per conoscere le diverse ere geologiche, alla scoperta delle tracce che raccontano la nascita delle Alpi.

L'ecomuseo è aperto tutti i giorni, tranne martedì, da marzo a novembre, la prenotazione è obbligatoria al numero 0121/806987.

Costi:
- Scopriminiera: intero 12 euro, ridotto bimbi e gruppi 10 euro, sconto tessera coop 8 euro, promozione famiglia (1 adulto e 1 bimbo) 18, gratis bimbi 3-5 anni e abbonamento Torino musei e carta musei.
- Scoprialpi adulti 14, ridotto ragazzi 8-17 anni e gruppi 11 euro, promozione famiglie (1 adulto-1 ragazzo) 20 euro, gratuito con l'abbonamento Torino musei e carta musei.









Noi vi consigliamo assolutamente la visita di questa miniera. E' un percorso istruttivo che aiuterà i bimbi a capire come si estraggono i minerali e come questi possono essere utilizzati, è uno spaccato di vita su un mestiere duro e faticoso, come quello del minatore, ma è soprattutto un'avventura e un'esperienza divertente per i più piccoli, grazie ai vagoni dei minatori, ai caschetti protetti, alla simulazione della detonazione della roccia, alla vista del pozzo profondissimo...!


Al prossimo articolo sul nostro amato Piemonte!
#famigliaborbottona


Nessun commento:

Posta un commento