lunedì 7 novembre 2016

Tre giorni in Emilia Romagna: visita alle bellissime Bologna e Ferrara

L'Italia penso possa ampiamente vantarsi di avere delle città veramente stupende, veri e propri musei a cielo aperto da ammirare, viali e porticati in cui perdersi, un ricco patrimonio artistico fatto di chiese, palazzi, dimore storiche, torri e castelli da visitare.


Noi amiamo vedere tutte le bellezze del nostro bel Mondo e appena possiamo cerchiamo di esplorare un pezzetto della nostra bella e suggestiva Italia con i vandalini!
Approfittando del week end di Ognissanti questa volta abbiamo deciso di partire alla scoperta di Bologna e Ferrara!


BOLOGNA
Una caratteristica che subito colpisce di Bologna sono i suoi infiniti portici, ben 40 km, può vantarsi inoltre di avere il portico più lungo al mondo che collega il centro storico al santuario della Madonna di San Luca.
Nella nostra prima mezza giornata nel capoluogo emiliano abbiamo fatto una lunga passeggiata nel centro storico, ammirato la bellissima piazza Maggiore, fulcro della città, dove potrete visitare la basilica di San Petronio, la quarta chiesa più grande d'Italia, il Palazzo del Comune, il Palazzo dei Notai e il Palazzo Re Enzo, tutto in tranquillità, essendo la piazza pedonale. Nella Piazza si trova anche la fontana del Nettuno, che purtroppo al momento è in fase di restauro.


Percorrendo via Rizzoli si arriva alle due Torri, noi siamo saliti sulla Torre degli Asinelli salendo ben 498 gradini, ma la vista dalla cima merita assolutamente la scalata.

L'ingresso alla Torre è di 3 euro, gratis per i bimbi sotto il mt, l'ultima entrata è alle 17,40. La scala è stretta e può creare qualche problemino a chi soffre di altitudine, tipo mio marito 0.0.
Nella zona vi sono numerosi bar, negozi e ristoranti, in cui rifocillarsi dopo la lunga giornata, tutto il centro storico può essere tranquillamente girato a piedi.


Il secondo giorno abbiamo parcheggiato vicino a piazza Carducci e ci siamo incamminati a piedi verso la Basilica di Santo Stefano, un complesso costituito in origine da 7 chiese, molto molto carino (ingresso libero).
Da qui ci siamo diretti poi verso Palazzo Mercanzia e abbiamo visitato la Chiesa di San Domenico.
Per pranzo abbiamo mangiato in un carino locale in via Santo Stefano Bolpetta.
Chiesa di Santo Stefano




















Nel pomeriggio abbiamo fatto a piedi i quasi 4 km di portico che partono da via Saragozza al Santuario di San Luca sul Colle della Guardia. La camminata è abbastanza impegnativa per i bimbi, sono 3,8 km in salita, ma la vista dal Santuario è sicuramente molto bella. C'è comunque la possibilità di raggiungere la sommità del Colle con la propria macchina.
Santuario di San Luca






Per il nostro soggiorno abbiamo dormito in un carinissimo agriturismo "La Crocetta" immerso nella campagna a San Giovanni in Persiceto, a mezz'ora di macchina da Bologna.

Considerazioni:
Bologna ci ha dato l'impressione di essere una città molto vivibile con un giusto mix fra storia e modernità.
Di Bologna ci rimangono assolutamente i tanti angoli curiosi, i tanti km che si possono macinare anche quando piove, l'ottimo e gustoso cibo, fra lasagne e tortelli un bel kiletto me lo sono portato a casa, i colori solari dei tetti e dei palazzi, la ricchezza della sua architettura.


FERRARA
Vista dal Castello Estense
Nel nostro ultimo giorno di questa breve vacanza abbiamo deciso di visitare Ferrara e devo dire che ci è piaciuto moltissimo a tutti e quattro.
Noi ci siamo concentrati al centro cittadino e abbiamo visitato il bellissimo Castello Estense e la Cattedrale di San Giorgio, passeggiato in piazza Trento e Trieste, ammirando la Loggia dei Merciai, la Torre dell'Orologio e il Palazzo del Municipio.

La loggia dei Merciai
La fortezza estense merita assolutamente una visita, l'ingresso costa 8 euro, 2 in più se si intende salire anche sulla Torre dei Leoni, i minori di 6 anni non pagano. All'interno si possono visitare le cucine, i sotterranei e le prigioni, i saloni, splendidamente affrescati e il giardino degli aranci.

Castello Estense

Considerazioni:
Per vedere bene Ferrara sarebbe stato necessario un altro giorno, meritava infatti assolutamente anche una visita Palazzo dei Diamanti.
Ai bimbi la visita del Castello è piaciuta tanto, io tendo, ogni volta che visitiamo un palazzo, a cercare di coinvolgerli fantasticando insieme storie di re e cavalieri, cercando botole e passaggi segreti o indizi nascosti negli affreschi. Cose molto semplici, ma che a loro divertono e li hanno resi degli appassionati visitatori!

#famigliaborbottona

                                                                                                                                                                                 


Nessun commento:

Posta un commento