mercoledì 9 novembre 2016

"Il sogno di Youssef" edito da Camelozampa

"Il sogno di Youssef" scritto da Isabella Paglia ed illustrato da Sonia M. L. Possentini è un albo toccante che parla di vita e di amicizia, di lontananza e di separazione, di guerra e di sofferenza, ma soprattutto di sogni, dei sogni magici dei bambini che sanno andare oltre alla durezza della vita e sanno continuare a volare verso la loro meta.

Yosseuf e Maryam sono grandi amici da sempre. Un'amicizia forte, di quelle dove basta uno sguardo per capirsi, purtroppo però vivono in una terra martoriata dalla guerra. In una buia nottata Maryam parte con la sua mamma su un barcone, "Youssef salutò con la mano la sua Maryam, che dondolava sul barcone, in braccio alla mamma"...ma Youssef non può pensare di non vedere più la sua grande amica e allora inizia a disegnare sui muri di casa una grandissima caravella perché, come dice alla sua mamma, "è la nave delle scoperte...E io voglio scoprire dove si trova, ora, la mia amica Maryam". 



Anche se la caravella crollerà sotto le macerie della sua casa bombardata, egli continuerà a sognare e riuscirà in qualche modo a riabbracciare la sua Maryam perché, come dice l'autrice, "I sogni dei bambini trovano sempre un modo per sopravvivere".












Un libro veramente struggente, che commuove e fa riflettere, un perfetto mix fra fantasia e cruda realtà, dove purtroppo i bimbi, come nella vita di tutti i giorni, non sono esenti da situazioni ben difficili da comprendere per la loro età.
Le frasi semplici, ma di forte impatto, fanno respirare la drammaticità dell'infanzia di questi piccoli bimbi che vivono in una zona martoriata dalla guerra, ma è nelle parole che si percepisce anche la speranza che spesso solo i bambini sanno vedere anche nelle situazioni più dure!
Le illustrazioni infine, a mio parere poetiche, sono assolutamente amalgamate con le parole e già da sole anticipano le emozioni che le parole poi racconteranno.


Io ho sentito il classico groppo in gola già dalla prima pagina, il tema è molto vivo, non ho potuto non pensare alle tante immagini di bimbi che stanno vivendo la guerra in Siria o che giungono nei barconi anche nella nostra Italia. Ma l'albo è anche vita, amore e speranza, l'abbraccio finale parla più di tante parole!
Mio figlio di 6 anni è stato anche lui particolarmente colpito dalla storia, ha percepito tutta la tristezza della situazione, ma ha anche saputo cogliere la felicità dell'abbraccio fra Youssef e la sua piccola amica.

Io lo consiglio dai 6 anni in su e soprattutto lo consiglio a noi adulti!
Veramente un piccolo capolavoro!

Lo trovate qui:
Il sogno di Youssef

#famigliaborbottona

Nessun commento:

Posta un commento